Home Certificazioni

La C.E.N.A.I. è l’unica Cassa Edile autorizzata al rilascio delle certificazioni obbligatorie (certificati di regolarità contributiva) alternative, seppur equivalenti, al D.U.R.C. (Documento Unico di Regolarità Contributiva). Le certificazioni rilasciate da CENAI, in forza dell’ordinanza del TAR del Lazio del 19.05.2005, sono state espressamente riconosciute dal Ministero del Lavoro, INPS ed INAIL (Nota Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali n. 25/0000320 del 16.01.2006, circolare INAIL n. 868/2006 del 4.04.2006, messaggio INPS n. 030872 del 21.11.2006) e sono equiparate, a tutti gli effetti di legge, al DURC.


 Nota Ministero del Lavoro n. 25/0000320 del 16.01.2006

 Circolare INAIL n. 868/2006 del 4.04.2006

 Messaggio INPS n. 030872 del 21.11.2006


 

Il Certificato di Regolarità Contributiva

Il DURC è il certificato che, sulla base di un'unica richiesta, attesta contestualmente la regolarità di un'impresa per quanto concerne gli adempimenti INPS, INAIL e Cassa Edile verificati sulla base delle rispettive normative di riferimento.

Con la C.E.N.A.I., pur avendo la medesima efficacia del DURC, il Certificato di Regolarità Contributiva è duplice: uno è rilasciato da INPS e l’altro da C.E.N.A.I., entrambi verificati sulla base delle rispettive normative di riferimento. Si tratta pertanto di un Documento Multiplo di Regolarità Contributiva (DMRC).

Chi può richiederlo

Il richiedente principale del Documento è l’impresa, anche attraverso i consulenti del lavoro e le associazioni di categoria provviste di delega (cd. intermediari).

Sono soggetti richiedenti del Documento anche le Pubbliche Amministrazioni appaltanti, gli Enti privati a rilevanza pubblica appaltanti e le SOA.

Come si richiede

Il certificato di regolarità contributiva può essere richiesto scaricando il Modello di richiesta cerificati ed inviarlo, compilato, a mezzo posta, fax, mail alla Sede Ammistrativa.

 Modello richiesta certificati

Tempi di emissione

Effettuate le verifiche sulla regolarità, nel caso in cui l’azienda è in regola, il certificato viene emesso entro 7 giorni lavorativi dalla data di acquisizione della richiesta.

La C.E.N.A.I. si riserva la facoltà di richiedere all'impresa documentazione ad integrazione dei dati già forniti, qualora sia ritenuta necessaria al fine dell'accertamento della regolarità contributiva, assegnando un termine di quindici giorni per la presentazione di quanto richiesto. Tale richiesta, utile ai fini istruttori, sospende il termine di rilascio del certificato richiesto. Qualora l'impresa non presenti la suddetta documentazione entro il termine assegnato, la C.E.N.A.I. si pronuncerà sulla base delle informazioni in suo possesso. Qualora l’azienda non fosse in regola, decorsi 30 giorni dalla richiesta, sarà emesso un certificato negativo.

Ogni certificato emesso è identificato con un particolare numero di protocollo che contraddistingue la territorialità dell’azienda e la tipologia del certificato rilasciato.

Come viene consegnato

Il certificato viene inviato al richiedente a mezzo fax e raccomandata A/R.

Periodo di validità:

(Art. 7. D.M. 24.10.2007)

Per lavori Pubblici:

  • solo per l'atto specifico e limitatamente alla fase per la quale è stato richiesto,

Per Partecipazione a gare d'appalto:

  • basta l'autocertificazione

Per Lavori edili privati:

  • mesi tre

Per Attestazione SOA:

  • solo per l'atto specifico

Per iscrizione all'Albo Fornitori:

  • solo per l'atto specifico

Per agevolazioni - finanziamenti - sovvenzioni:

  • solo per l'atto specifico

Per gli appalti di forniture:

  • solo per l'atto specifico e limitatamente alla fase per la quale è stato richiesto

Per gli appalti di servizi:

  • solo per l'atto specifico e limitatamente alla fase per la quale è stato richiesto

Per la gestione di servizi ed attività pubbliche in convenzione o concessione:

  • solo per l'atto specifico

in ogni caso, l’utilizzo di un Certificato di Regolarità Contributiva non più rispondente al vero o non più efficace equivale ad uso di atto falso e costituisce reato.

 Quando va presentato:

(punto "C" circ. n. 92/2005 INPS)

Per lavori Pubblici:

  • per la verifica della dichiarazione
  • per l'aggiudicazione dell'appalto (ove pretesa)
  • prima della stipula del contratto
  • per il pagamento degli stati di avanzamento lavori
  • per il collaudo ed il pagamento del saldo finale

Per subappalto:

  • valgono le stesse regole dei lavori pubblici

Per partecipazione a gare d'appalto:

  • basta l'autocertificazione

Per Lavori edili privati:

  • prima dell'inizio dei lavori oggetto di concessione edilizia o di DIA (denuncia inizio attività)

Per attestazione SOA:

  • prima dell'inoltro della relativa istanza

Per iscrizione all'Albo Fornitori:

  • prima dell'inoltro della relativa istanza

Per agevolazioni, finanziamenti, sovvenzioni:

  • prima dell'inoltro della relativa istanza

Per gli appalti di forniture:

  • per la verifica della dichiarazione
  • per l'aggiudicazione dell'appalto (ove pretesa)
  • per la stipula del contratto (ove previsto)
  • per l'emissione dell'ordinativo
  • per il pagamento finale

Per gli appalti di servizi:

  • per la verifica della dichiarazione
  • per l'aggiudicazione dell'appalto (ove pretesa)
  • per la stipula del contratto
  • all'atto della regolare esecuzione
  • alla liquidazione di ogni fattura (nel solo caso dei servizi di pulizia).

Per la gestione di servizi ed attività pubbliche in convenzione o concessione:

  • per la stipula della relativa convenzione o per il rilascio della relativa concessione.

Cause non ostative al rilascio del Certificato di Regolarità Contributiva

Ai soli fini della partecipazione a gare di appalto non osta al rilascio del Certificato di Regolarità Contributiva uno scostamento non grave tra le somme dovute e quelle versate, con riferimento a ciascun Istituto previdenziale ed a ciascuna Cassa edile.

Non si considera grave lo scostamento inferiore o pari al 5% tra le somme dovute e quelle versate con riferimento a ciascun periodo di paga o di contribuzione o, comunque, uno scostamento inferiore ad Euro 100,00, fermo restando l'obbligo di versamento del predetto importo entro i trenta giorni successivi al rilascio del Certificato di Regolarità Contributiva.

 

Chi è online
 3 visitatori online
Banner
Banner
Banner
Banner
http://www.popedope.com/ | http://blondeadvice.com/ | http://chaldeanart.com/ | penwing.com