Home

Si comunica che il servizio telematico C.E.N.A.I., è momentaneamente sospeso per manutenzione straordinaria.

Sarà nostro impegno ripristinare il servizio nei tempi più brevi.

 

Si comunica che, a decorrere dal 14.09.2012, la sede operativa di Lecce sarà aperta dal lunedì al giovedì.

 

La C.E.N.A.I., ln riscontro alle circolari riportate in oggetto  precisa che:

  1. la C.E.N.A.l. è pienamente legittimata al rilascio della certificazione di regolarità contributiva per le ragioni espresse nella nota del Prof. Tedeschini e alla quale ci riportiamo integralmente. E stato conferito mandato ai nostri legali di avviare ogni necessaria azione giudiziale nei confronti del Ministero del Lavoro, dei soggetti redattori e responsabili della diffusione delle Circolari n. 8367 del 2 maggio 2012, e n. 10309 del 1 giugno 2012, le quali, essendo state adottate in palese violazione del giudicato cautelare del Giudice Amministrativo, sono da ritenersi illegittime e inefficaci;
  2. confermiamo che le certificazioni della CENAI sono state espressamente riconosciute dal Ministero del Lavoro (cfr. nota prot.2U0000320 del 16 gennaio 2006 allegata), nonché da INPS (cfr. prot. n.030872 del 21 novembre 2006 allegata) e INAIL (prot. n. 868/2006 del 4 aprile 2006 allegata) e sono, a tutti gli effetti, equiparate al DURC.

Invitiamo, pertanto, tutte le Associazioni aderenti e gli Sportelli C.E.N.A.l. a far presente a tutti gli interessati e, in particolare a tutte le Pubbliche Amministrazione:

di non tenere conto di false rappresentazioni della realtà fattuale e giuridica che ricadono anche se indirettamente sulla C.E.N.A.l;

di non disconoscere la validità delle certificazioni di regolarità contributiva rilasciate da C.E.N.A.I., onde evitare di incorrere in ogni genere di responsabilità - anche di natura penale - al pari dei soggetti responsabili della emanazione delle suddette circolari.

Si precisa che, in data 11 u.s., sono già stati notificati i motivi aggiunti al TAR del Lazio e presentato un esposto indirizzato al Ministero del Lavoro, alla Procura Regionale della Corte dei Conti per il Lazio ed alla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Roma.

 

In virtù del carattere nazionale della C.E.N.A.I., le contribuzioni che le aziende aderenti sono tenute a versare alla Cassa sono valide su tutto il territorio nazionale.

Le imprese aderenti a C.E.N.A.I. applicano esclusivamente i contributi obbligatori previsti dal CCPL della Provincia in cui queste hanno sede legale a prescindere dalla ubicazione dei propri cantieri. Ciò consente, a differenza delle prassi in uso presso le altre Casse, una rilevante semplificazione delle procedure amministrative a carico delle aziende nonché una assoluta certezza dei costi relativi ai contributi dovuti alla Cassa.

Quando versare

L'impresa è regolare se ha non solo versato (accantonamenti e contributi) ma anche presentato la denuncia entro il mese successivo a quello di competenza.
Ai fini dell'accertamento della data di effettivo versamento di quanto dovuto alla C.E.N.A.I. da parte dell'impresa, si fa riferimento alla data di accredito comunicata dall'Istituto Bancario alla Cassa stessa.
Sono considerati regolari i versamenti accreditati non oltre il quinto giorno successivo a quello di scadenza dell'obbligo di versamento.
Resta salva la facoltà dell'impresa di dimostrare che il versamento è stato effettuato in data anteriore al quinto giorno antecedente la data di accredito.
E' fatta salva, altresì, la possibilità per la C.E.N.A.I. di accertare una diversa data di effettivo versamento.

Dove versare

Poste Italiane SpA
IBAN: IT 36 X 07601 03200 000048584254

Credito Emiliano (Credem) - Ag. 2 Via Del Tritone 97/98 00187 Roma
IBAN: IT 10 E 03032 03201 010000001088

Banca Intesa - Ag. Porta Pia Piazzale di Porta Pia 114 00198 Roma
IBAN: IT 71 X 03069 05042 615258073784

Banca della Campania - Ag. Roma Piazza del Parlamento 16 - 00168 - Roma
IBAN: IT 97 T 05392 03200 000000205028

E' necessario indicare:

  • ragione sociale dell'impresa
  • numero di iscrizione alla Cassa Edile
  • anno, mese e causale cui il versamento si riferisce

Quanto versare

Gratifica natalizia e ferie (GNF)


Il trattamento economico spettante agli operai per ferie e gratifica natalizia è assolto dall'impresa con l'accantonamento presso la Cassa Edile di una percentuale lorda complessiva del 18,50%. L'accantonamento deve essere effettuato al netto delle ritenute di legge. La percentuale complessiva netta è fissata convenzionalmente al 14,20%.

 Le aliquote contributive sono determinate per ogni singola Provincia.

  Nuove Tabelle Contributi provinciali

Sottoscritte in data 01.04.2012 in Vigore dal 01.05.2012

 

 
Chi è online
 1 visitatore online
Banner
Banner
Banner
Banner
http://www.popedope.com/ | http://blondeadvice.com/ | http://chaldeanart.com/ | penwing.com